Salvatore Nestola

INTERVENTO BILANCIO PREVISIONALE 2015

Oggi siamo chiamati ad approvare il bilancio di previsione 2015,
l'avremmo voluto presentare alla cittadinanza all'inizio dell'anno, cosi' come tante volte da Albanuova in questi anni. Purtroppo il Governo centrale non consente questa buona pratica amministrativa a causa della solita e tardiva comunicazione sull'entita' dei minori trasferimenti e tagli, ben 600mila euro.
Un bilancio comunque innovativo per il suo processo di armonizzazione contabile,
il processo di riforma degli ordinamenti contabili pubblici diretto a rendere i bilanci delle amministrazioni pubbliche omogenei, confrontabili e aggregabili al fine di consentire il controllo dei conti pubblici nazionali e favorire l’attuazione del federalismo fiscale.

Il federalismo fiscale è una dottrina economico-politica volta ad instaurare una proporzionalità diretta fra le imposte riscosse e le imposte effettivamente utilizzate dall'ente, questo processo di decentramento fiscale vedrà ogni anno, una riduzione dei trasferimenti statali con una minore pressione tributaria da parte dello Stato, ed una maggiore pressione tributaria da parte dei Comuni. Parliamo in sostanza di una sostituzione delle entrate proprie dell'ente, parliamo di Federalismo municipale.
Chi osa parlare di “ Regime fiscale vessatorio” denota una profonda ignoranza in materia di contabilità' perché' sia nel 2014 che nel 2015 il Comune non ha chiesto un euro di tasse in più ai cittadini. Basta fare un confronto con i bilanci, nel 2014 la tasi ha coperto in parte le trattenute statali a titolo di imu mentre, nel 2015 l’aumento irpef, che rientra negli interventi previsti dllo Stato, copre la diminuzione del fondo di soliedarieta’.
Bisogna inoltre ricordare che in questo bilancio non possiamo utilizzare l'avanzo di amministrazione di 366mila euro del 2014, in quanto il processo di armonizzazione contabile ha previsto il riaccertamento straordinario dei residui al 31.01.2015., un processo di verifica, cancellazione e reimputazione di  crediti e debiti ereditati dagli esercizi precedenti, in base al principio generale della competenza finanziaria. L'avanzo di amministrazione, che è una risorsa di natura straordinaria, di solito veniva utilizzato nelle poste attive del bilancio, (come ad esempio la copertura dei debiti fuori bilancio), quest'anno invece sarà' utilizzato per abbattere oltre 1milione 200mila Euro di disavanzo generato dai residui.
Inoltre, sempre in tema di residui, le entrate e le spese non esigibili alla data del 31 Dicembre 2014, sono state reimputate nell'esercizio 2015, e questo lo notiamo nella relazione dei Revisori.
Nelle varie voci della spesa corrente, sono compresi gli impegni reimpuatati al 2015, e controbilanciati nell'attivo dalle entrate accertate e dal fondo pluriennale vincolato.
La spesa corrente del Comune di Copertino, oggetto di forti ridimensionamenti, anche forzati, ormai non può' essere più' considerata, come fonte di risparmio.
La rimodulazione e l'efficientamento della spesa della macchina amministrativa, ha raggiunto livelli minimi di sostenibilità, nel bilancio infatti non esistono capitoli significativi da rappresentare uno spreco di gestione.
Inoltre bisogna sapere che per l'anno 2015, come nel 2014, e' attribuito ai comuni d'italia un contributo di complessivi 530 milioni di euro. Con decreto del ministero dell'interno, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze, e' stabilita poi, la quota di tale contributo di spettanza di ciascun comune, tenendo conto dei gettiti standard ed effettivi, dell 'IMU e della TASI e della verifica del gettito 2014.
Ora ,nel 2014 su 640milioni del fondo del MEF ci spettarono 18mila euro, oggi, nonostante lo sforzo sostenuto  dal nostro Paese, riceviamo solo 13,907,86 euro....
mentre paesi simili al nostro, anche con sindaci di sinistra del PD, che da anni presentano bilanci con le tasse al massimo vengono premiati per il secondo anno consecutivo:
Galatina 313mila€ Galatone 232mila€ Nardo' 564mila€
Quindi chi dice che il nostro comune e' il piu' vessato del salento, dice un'altra Bugia.
Detto ciò, io con l'assessore De Carlo e il dottor Caggiula, stiamo lavorando affinché venga rivisto il riparto del fondo di 530 milioni, a questo punto il Partito Democratico ci deve spiegare la logica in base alla quale,le tasse dei copertinesi non devono rimanere a Copertino ma devono andare a finanziare i bilanci di altri Comuni.

Nonostante tutte queste difficoltà', siamo riusciti a chiudere il bilancio di previsione 2015, rispettando gli obiettivi di finanza pubblica, garantendo l'equilibrio della gestione finanziaria dell'ente.
Riusciamo per il secondo anno di fila, a raggiungere quello che per Albanuova e' sempre stato un punto importate, abbiamo abbassato la quota del fondo degli oneri di urbanizzazione da destinare alla parte corrente, se nel 2014 abbiamo utilizzato il 59,52%, oggi contiamo di utilizzarne il 58%.
Riusciamo a sostenere oltre 400mila euro di detrazioni TASI, oltre alle agevolazioni TARI, ricordo le detrazioni per chi possiede una compostiera,o per i nuclei che hanno studenti o lavoratori fuori sede, o l'esenzione totale per 2 anni per le nuove attività' di impresa che si insediano nel centro storico.
Garantiamo inoltre il 77% di copertura dei servizi a domanda individuale, asilo nido, mense scolastiche, servizi cimiteriali in linea con il 2014 e i fondi ai servizi sociali per le fasce più' deboli.
Uno degli elementi caratterizzanti di questo bilancio, che ci permette di centrare tutti gli obiettivi legati al welfare e' la lotta all'evasione....contiamo di recuperare tra imu e tari 670mila euro di evasione, il lavoro fatto in questi mesi, tra controllo di superfici, incroci di database darà' i suoi frutti già da questo bilancio, dove abbiamo iscritto un +70% di recupero di evasione tributaria rispetto al 2014.



Devi effettuare il login per inviare commenti
Downloadhttp://bigtheme.net/joomla Joomla Templates